Cuba

  • Presentazione
  • Quando andare
  • Consigli di viaggio
  • Strutture
  • Info & documenti
Tuffatevi nelle magiche acque caraibiche di Cuba

Il mare di Cuba dai colori caraibici offre scenari incredibimente mozzafiato. Dalla classica Varadero che è più sviluppata turisticamente fino a Cayo Largo, più isolata e selvaggia.  

Varadero

La perla del turismo cubano, Varadero, 141 km a est de l'Avana, calamita di vacanzieri con il suo lido scintillante che borda una penisola di 17 km per tutta la lunghezza. Metà dei grandi alberghi internazionali sorgono qui, se amate il sole, il mare e la spiaggia, è proprio quello che fa per voi. Le spiagge della costa nord digradano in acque turchesi i cui reef corallini offrono ai subaquei squisite bellezze, specialmente nel Parque Nacional Marino Cayo Piedras, dove si trovano anche i relitti di un aeroplano, di una fregata e di una nave lancia missili. Varadero si affermò negli anni ottanta del XIX secolo, come località di soggiorno estivo per la borghesia. Negli anni venti, il magnate della chimica americano Irènèe du Pont edificò su gran parte della penisola ville private. Nei pressi, potrete assistere ai numeri dei delfini al delfinario. Parque Retiro-Josone è un'oasi di verde, con un laghetto e una lussuosa villa incamerata dal governo nel 1959. Numerose altre visite possibili tra parchi e musei.

Maria La Gorda

Meta ideale per gli amanti delle immersioni subacquee, localizzata nella provincia piu’ occidentale del paese a circa 300 km da La Habana nell’area del Parque nacional peninsula de Guanahacabibes di cui 101.000 ettari furono dichiarati riserva della biosfera e posti sotto tutela dell’UNESCO nel 1987.

Cayo Santa Maria

Cayo Santa Maria è un'isola situata a nord di Cuba nell'arcipelago dei Jardines del Rey noto per i suoi lussuosi resort. In corso di sviluppo come meta turistica, questo reef è l'ultimo di una catena lunga 56 chilometri nella Bahia de Buena Vista, acque a nord-est di Villa Clara. Verso il mare, le isolette presentano spiagge stupende il Barco San Pasqual (una petroliera adibita ad albergo) è ideale per i sub.

Cayo Coco

Cayo Coco è la quarta isola per dimensioni di Cuba, è collegata alla terraferma e a Cayo Guillermo con una strada rialzata ed è la meta turistica più importante dell’arcipelago di Sabana - Camaguey con i suoi nove chilometri di spiaggia candida.

Cayo Largo

Cayo Largo del Sur (conosciuta più semplicemente come Cayo Largo) è un'isola di origine calcarea, formatasi nel corso di milioni di anni dai resti di organismi marini, come quelli che formano le barriere coralline. E' la perla di Cuba. Non ha niente a che fare con Cuba in qunato il cayo non ha mai avuto nessun insediamento cubano. Si è sviluppata a partire dagli anni'80 per fornire esclusivamente un servizio turistico. Cayo Largo offre uno scenario caraibico molto affascinante dal punto di vista naturalistico, infatti è possibile vedere spiagge bianchissime, barriere coralline popolate dai suoi splendidi pesci. Un paradiso tropicale coperto di mangrovie. In estate Cayo Largo del Sur, grazie alla sua tranquillità e solitudine è scelta come meta dalle tartarughe marine per depositare le loro uova. La fauna è inoltre costituita da iguane, gru, fenicotteri e zunzuncitos (colibrì di Elena). Cayo Largo del Sur è la seconda isola per dimensioni, circa 40 km, dell'Arcipelago de los Canarreos. Si trova nel golfo di Batabanò e il Mar dei Caraibi. Il cayo è visitabile con una escursione in giornata dall'Avana oppure scegliendo un estensione mare di qualche giorno.

Guardalavaca

Guardalavaca è una città nella provincia di Holguín Cuba sulla costa settentrionale, al confine con Bahia Naranjo (Orange Bay), a Cabo Lucrecia, e fa parte del comune di Banes. Venne fondata negli anni'70 quando la zona era frequentata da ufficiali sovietici, dopo la loro partenza, la città ha cercato di rilanciarsi a livello turistico, sono presenti un autoneleggio, uno spaccio di alcolici e bancarelle di souvenir. Le spiagge sono splendide (Playa Esmeralda, Don Lino e Bahia de Naranjo) con centri specializzati in sport acquatici,i sub vanno in estasi davanti alle prorompenti bellezze sommerse: cernie e spugne giganti,pesci spada, ecc.

 

Strutture

Vedi tutte le strutture

Tour Quality Group

Questa destinazione è disponibile soltanto come estensione ad un tour Quality Group, scegli tra le nostre proposte:

Quando andare

Il clima nel paese è piuttosto uniforme ed è caratterizzato dal soffio costante degli alisei provenienti dall’Oceano Atlantico. Le stagioni sono principalmente due, come in quasi tutta l’area caraibica e cioè una secca da dicembre ad aprile e una umida nei restanti mesi. Durante la stagione secca le temperature oscillano tra 20 e 25° C ,mentre nel semestre umido, invece, sono comprese tra 25 e 30° C. La temperatura del mare,grazie alla corrente del Golfo, oscilla fra 26 e 27° C in inverno e tra 28 e 30° C in estate. Durante la stagione umida, e in particolare nei mesi di settembre e ottobre, si possono verificare gli uragani, cicloni tropicali dell’Atlantico settentrionale.

Consigli di viaggio

Lingua: la lingua ufficiale è lo spagnolo ma nelle località turistiche è facile incontrare persone che parlano inglese e italiano.

Fuso orario: la differenza oraria con l’Italia è di 6 ore quasi tutto l’anno, in quanto l’ora legale a Cuba è in vigore da maggio ad ottobre.

La valuta: la divisa nazionale è il peso cubano suddiviso in 100 centavos, ma si può usare solo nei mercati locali, mentre il peso convertibile riconoscibile per la scritta INTUR può essere usato tranquillamente in ristoranti alberghi e acquisti in genere. Si consiglia dunque di partire dall’Italia con Euro. Dall’ 8 novembre 2004 il dollaro statunitense non puo’ piu’ essere utilizzato per le transazioni in negozi, ristoranti, alberghi ecc. e chi volesse acquistare Pesos convertibili con la moneta USA dovrà pagare una tassa di cambio del 10%. Le uniche carte di credito accettate sono MasterCard e Visa ad eccezione di quelle emesse da banche statunitensi

Consigli sanitari e vaccinazioni: Cuba è un paese salubre e dunque non è richiesta alcuna vaccinazione.

Cucina: la cucina cubana è una cucina tipicamente caraibica, ma l’ingrediente base è la carne e non il pesce e i protagonisti sono il maiale arrosto, il pollo alla griglia e le bistecche fritte, con i tipici fagioli neri, il riso e le immancabili tachinos (banane fritte). Negli hotel invece sono proposti piatti della cucina internazionale.

Elettricità: la corrente elettrica delle grandi città e dei resort al mare è a 220 volts ,mentre negli alberghi durante i tours 110 volts, è quindi consigliabile munirsi di adattatore.

Mance: sono utili al buon funzionamento del viaggio, come nella maggior parte del mondo. Per i tour: la guida locale, che accompagnerà i passeggeri per tutta la durata del viaggio, durante la riunione informativa, che si svolge il giorno successivo all’arrivo, proporrà di raccogliere una cifra forfettaria a seconda della durata del programma da destinarsi ad autisti, facchini, camerieri.

Religione e riti: il cattolicesimo che fu importato dagli Spagnoli è ancora oggi il culto della maggioranza della popolazione ma ha rappresentato per secoli la religione dei bianchi e della classe dominante. La popolazione di colore invece portò i riti animisti di origine Yoruba della Nigeria a Ararà del Dahomey che nel corso del tempo si fusero con il cattolicesimo creando una forma sincretica fra i due culti che a Cuba chiamata Santeria.

Shopping: l’artigianato locale offre sculture di legno, bambole, articoli in pelle, ed inoltre gioielli, libri, strumenti musicali, francobolli e monete di Cuba. Gli articoli più famosi e pregiati da acquistare sull’isola sono il rhum e i sigari, considerati i migliori del mondo.
ATTENZIONE: Se avete un volo con instradamento europeo, gli articoli acquistati a Cuba, soprattutto le bottiglie di alcolici e i sigari, non possono essere tenuti nel bagaglio a mano. All’Avana Vi faranno imbarcare tutto, ma quando arriverete nell’aeroporto di coincidenza europea, non Vi faranno passare il check-in.

Noleggio Auto: le quote non comprendono:Assicurazione(circa 20-25cuc al giorno dipende dal tipo di auto prenotata), benzina,eventuale drop-off. Condizioni: età minima richiesta 21 anni – obbligatorio da pagarsi in loco: assicurazione e deposito a garanzia. Importante: al momento del noleggio ciascun conducente deve essere in possesso di patente di guida rilasciata nel paese di residenza e del passaporto. La carta di credito è necessaria a titolo di garanzia (NO VISA ELECTRON). Il noleggio auto deve essere abbinato ad altri servizi (volo o albergo). L’orario di drop-off deve coincidere con quello di pick-up.

Voli interni: i voli interni a CUBA sono una parte delicata del viaggio. Dovrete avere molta pazienza, perchè non è raro che questi voli possano subire dei ritardi o facciano scali intermedi non previsti. Bisogna perciò recarsi sempre in aeroporto per tempo (due ore prima circa). É possibile anche che essi siano in overbooking o che subiscano delle cancellazioni, per cui sarà necessario riproteggerVi sul primo volo disponibile; un’altra alternativa talvolta offerta dalle compagnie aeree è il viaggio via terra provvedendo auto/pullman con autista a disposizione in sostituzione del coupon di viaggio. La situazione generale è comunque oggi molto migliorata e le operazioni vengono disturbate solo saltuariamente da cause operative genuine o da condizioni di maltempo.

Telefono: per telefonare dall’Italia a Cuba il prefisso internazionale da comporre è 0053, seguito dal prefisso dalla località. Per chiamare verso l’Italia è necessario digitare 0039 seguito dal prefisso della località (compreso lo zero). Garantita la copertura GSM nelle principali destinazioni turistiche per coloro che hanno gestori come TIM o Vodafone.

Dogana: è vietata l'importazione di qualsiasi genere alimentare.

Apparecchiature e materiale fotografico: si trovano ovunque pellicole. E' vietato fotografare installazioni militari, porti e aeroporti.

Orari dei principali esercizi: le banche sono aperte dalle 8.00 alle 12.00 e dalle 13.30 alle 15.00, dal lunedì al venerdì (le banche presso gli alberghi e il Banco Nacional de Cuba), il sabato dalle 8.30 alle 10.30. I negozi sono aperti dalle 10.00 alle 19.30, dal lunedì al sabato.

Disponibilità delle camere: salvo diverse indicazioni, le camere saranno a disposizione a partire dalle ore 14.00 e fino alle ore 12.00.

Assicurazioni: Vi preghiamo di leggere con attenzione la polizza in Vostro possesso; si tratta di un contratto diretto fra Voi e l'assicurazione. Vi raccomandiamo vivamente, non appena si verifichi un problema, di:
- MunirVi di tutti i documenti comprovanti l'evento: P.I.R. in caso di guai al bagaglio (è la denuncia di smarrimento o danneggiamento che si compila in aeroporto non appena ci si ricorda di qualche contrattempo in proposito); certificati medici, denunce di furto e infortunio effettuate presso la polizia locale, etc.
- Avvisare immediatamente l'assicurazione al numero telefonico riportato sulla polizza, fornendone il numero, il Vostro recapito attuale e una dichiarazione sommaria dell'accaduto.
- AttenerVi scrupolosamente alle indicazioni che Vi verranno fornite dagli addetti dell'assicurazione.

Tasse di uscita: in uscita dal paese ci sono da pagare 25 PESOS CONVERTIBILI ed eventuali tasse di emissione del biglietto non incluse all’atto della prenotazione.

DIFFICOLTA’ DI UN VIAGGIO A CUBA
CUBA è un paese che presenta tutte le caratteristiche di molti allettanti paesi tropicali: sole splendente, sabbia e mare ed un popolo generoso, gioviale e orgoglioso; la sua storia moderna è sicuramente unica e originale e non può essere ignorata affinché si possano comprendere e talvolta giustificare alcuni imprevisti o difficoltà che un viaggio in questo Paese Speciale può riservare.
Alcune volte gli alberghi vengono “requisiti” dalle autorità per ospitare delegazioni politiche,convegni etc senza preavviso. Inoltre le categorie degli hotel indicati nei programmi corrispondono alla classificazione cubana ed in base alla valutazione internazionale potrebbero apparire di categoria inferiore considerando che il livello del servizio alberghiero nei paesi del centro America ha una valenza minore rispetto alla classificazione internazionale. A parte gli hotel nelle località turistiche più conosciute e nella capitale, nelle altre zone sono spesso essenziali e a volte carenti nei servizi e nelle strutture. In molti alberghi non sono disponibili camere triple o lettini aggiunti alle camere doppie. Se si decide di noleggiare un auto a Cuba è importante sapere che spesso i tempi per il ritiro e per la riconsegna possono essere più lunghi di quelli necessari in qualsiasi altro paese del centro America, e talvolta il modello del veicolo prenotato dall’Italia non è più disponibile all’atto della consegna ma sostituito con uno di pari categoria. Vi informiamo inoltre, che in caso di problemi meccanici all’auto l’attesa dei soccorsi (es. carro attrezzi) potrebbe essere lunga. Le strade sono poco percorse dalle auto pertanto non bisogna sorprendersi se qualche animale ,anche di grosse dimensioni, sonnecchia al centro della carreggiata. Inoltre la segnaletica orizzontale è ormai consumata dal tempo , è perciò sconsigliato lo spostamento notturno .La segnaletica stradale esiste ed è simile alla nostra ma spesso è assente,non indugiate a chiedere informazioni,i cubani sono sempre molto gentili e vi aiuteranno a instradarvi sul cammino corretto.
I voli interni sono un’altra componente delicata del viaggio. Dovrete avere molta pazienza, perché non è raro che questi voli possano subire dei ritardi o effettuino scali intermedi non previsti. Bisogna perciò recarsi sempre in aeroporto in tempo necessario , almeno due ore prima . É possibile il verificarsi di overbooking o cancellazioni , per cui sarà necessario riproteggerVi sul primo volo disponibile; un’altra alternativa talvolta offerta dalle compagnie aeree è il viaggio via terra provvedendo auto/pullman con autista a disposizione in sostituzione del coupon di volo.
Infine le guide e gli accompagnatori locali seppur gentili e parlanti quasi sempre anche italiano non sono sempre puntuali ,pertanto se si verificasse la situazione di non incontrare la guida all’ora prevista nei documenti di viaggio,vi suggeriamo di non allarmarVi subito in quanto magari sono solo in ritardo.

Strutture

Info & documenti

E’ necessario il passaporto con almeno sei mesi di validità e una carta turistica (tarjeta de turista) fornita per i viaggi organizzati dal tour operator insieme ai documenti di viaggio. Per coloro che intendono rimanere nel paese più di un mese sarà necessario richiedere un visto ufficiale al consolato.

La divisa nazionale è il peso cubano suddiviso in 100 centavos, ma si può usare solo nei mercati locali, mentre il peso convertibile riconoscibile  perla scritta INTUR  può essere usato tranquillamente in ristoranti alberghi e acquisti in genere.

Si consiglia dunque di partire dall’Italia con Euro. Dall’ 8 novembre 2004 il dollaro statunitense non puo’ piu’ essere utilizzato per le transazioni in negozi, ristoranti, alberghi ecc. e chi volesse acquistare Pesos convertibili conla moneta USAdovrà pagare una tassa di cambio del 10%.

Le uniche carte di credito accettate sono MasterCard e Visa ad eccezione di quelle emesse da banche statunitensi 

In uscita dal paese ci sono da pagare 25 PESOS CONVERTIBILI  ed eventuali tasse di emissione del biglietto non incluse all’atto della prenotazione.

Furto o smarrimento di documenti

A partire dal 28 maggio 2011 (a seguito dell’entrata in vigore del d.lgs n. 71/2011), in caso di smarrimento o di furto dei documenti di viaggio, l'Ufficio consolare italiano in loco potrà emettere - previa autorizzazione dell'Autorità italiana competente - un nuovo passaporto oppure rilasciare un documento di viaggio provvisorio (ETD - Emergency Travel Document).

 

Conformemente alla normativa europea, tale ultimo documento (ETD) è valido per il solo rientro in Italia o verso lo Stato di residenza permanente del connazionale o ancora, eccezionalmente, verso un’altra destinazione.

 

Per ottenerlo bisogna presentarsi in Consolato, che provvederà al rilascio dopo aver esperito gli accertamenti del caso e previa acquisizione della seguente documentazione:

 

1) denuncia di smarrimento o furto del passaporto o di altro documento di viaggio, resa al Consolato ai sensi degli articoli 46 e 47 e con le avvertenze di cui all'art. 76 del D.P.R. 445/2000;

2) 2 fotografie dell'interessato (uguali, frontali, a colori formato 35 x40 mm);

3) titolo di viaggio del richiedente;

4) ricevuta del pagamento del costo del documento (attualmente pari a € 1,34) e delle eventuali spese di spedizione qualora l'interessato non possa recarsi personalmente a ritirare il documento.

 

Va tenuto presente che nei giorni prefestivi e festivi tale forma di assistenza potrebbe essere preclusa a causa della chiusura degli Uffici stessi e differita - tranne che in situazioni di comprovata emergenza - al primo giorno lavorativo utile.

 

I Consolati onorari non sono abilitati al rilascio dell’ETD, ma si limitano alla trasmissione delle domande di rilascio all’ufficio consolare competente ed eventualmente alla consegna del documento al richiedente. Si segnala che le spese di spedizione della documentazione da parte dell'ufficio consolare di seconda categoria e d'invio dell'ETD personalizzato da parte dell'ufficio consolare di prima categoria sono a carico del richiedente.

 

Si raccomanda di rendere la denuncia di furto o smarrimento del passaporto anche alle locali Autorità di Polizia, al fine di facilitare il transito alla frontiera.

 

In generale è consigliabile conservare, in un luogo diverso da quello in cui si custodiscono i documenti originali, una fotocopia dei documenti più importanti (passaporto, carta d'identità, carta di credito) per facilitare le procedure di assistenza in caso di furto o smarrimento.

 

Si segnala che i  passaporti oggetto di furto o smarrimento all’estero e successivamente rinvenuti da parte delle locali Autorità, vengono restituiti all’Ufficio consolare nella cui circoscrizione è avvenuto il furto o lo smarrimento.

Pertanto, coloro che abbiano recentemente subito all’estero un furto/smarrimento del proprio passaporto e vogliano verificare sia stato rinvenuto, possono contattare, per ulteriori informazioni in merito, l’Ufficio consolare territorialmente competente per il luogo dove si è verificato il furto/smarrimento.

L’eventuale ritiro del passaporto potrà avvenire secondo le seguenti modalità:

-  ritiro diretto presso l’Ufficio consolare;

-  invio per posta, con spese di spedizione a carico del richiedente.

Si ricorda che trascorso il periodo massimo di un anno di giacenza presso l’Ufficio consolare, a decorrere dalla data in cui le Autorità locali restituiscono i passaporti rubati o smarriti, senza che i documenti siano stati reclamati dai legittimi proprietari, si procederà alla loro distruzione senza ulteriori comunicazioni.”