Curacao

  • Presentazione
  • Quando andare
  • Consigli di viaggio
  • Strutture
  • Info & documenti
incantevole paradiso marino

Curacao è la più grande delle tre Antille olandesi, vanta un glorioso passato coloniale. Tutta l’isola ed in particolare la sua capitale Willemstad, conservano tuttora un fascino antico fuori dal tempo.

Strutture

Vedi tutte le strutture

Tour Quality Group

Questa destinazione è abbinabile ad un tour Quality Group, scegli tra le nostre proposte:

Quando andare

Tipicamente tropicale con una temperatura media tra i 24° e i 30° C. Le stagioni si dividono in 2 periodi: quella secca da Ottobre ad Aprile, con temperature meno elevate rispetto al resto dell’anno e sporadici temporali; quella piovosa da Maggio a Settembre, con acquazzoni giornalieri di forte intensità ma generalmente di breve durata. 

Consigli di viaggio

Vestiario: Leggero, sportivo e comodo. Da non dimenticare un maglioncino per le serate fresche ed un K-way; utile anche una giacca leggera e sfoderata per gli ambienti ad aria condizionata. Sono inoltre sempre consigliate calzature comode, un paio di sandali in gomma, pinne, maschera e boccaglio per le escursioni nei parchi marini. Da non dimenticare copricapo, occhiali da sole, crema solare protettiva e costume da bagno.

Fuso orario: durante l’ora solare in Italia: - 5 ore; durante l’ora legale in Italia: - 6 ore.

Valuta: il fionino delle Antille. Sono accettati anche i dollari statunitensi ovunque. Le carte di credito comunemente accettate sono: American Express, Visa, Mastercard e Diners.

Mance: negli Hotel normalmente viene aggiunto il 10% di servizio direttamente sul conto; tuttavia il personale si aspetta dal cliente una piccola mancia. Nei ristoranti la mancia varia dal 10 al 15%.

Elettricità: 110 Volts. Consigliamo di portare rasoio con adattatore a doppio voltaggio. Le prese sono a lamelle piatte (all’americana).

Località

Tutte

Strutture

Info & documenti

Passaporto con validità di almeno sei mesi. E’ inoltre richiesta la compilazione di un apposito formulario che viene consegnato in volo poco prima dell’arrivo: una parte di esso verrà trattenuta dagli uffici della dogana, l’altra parte dovrà essere conservata sino al momento della partenza. Per soggiorni superiore ai 90 giorni è necessario richiedere il visto. 

Non è richiesta alcuna vaccinazione. E’ consigliata la profilassi antimalarica per chi si reca in Amazzonia e nello stato di Bolivar. E’ obbligatorio il vaccino contro la febbre gialla per chi proviene dal Perù.

 

Furto o smarrimento di documenti

A partire dal 28 maggio 2011 (a seguito dell’entrata in vigore del d.lgs n. 71/2011), in caso di smarrimento o di furto dei documenti di viaggio, l'Ufficio consolare italiano in loco potrà emettere - previa autorizzazione dell'Autorità italiana competente - un nuovo passaporto oppure rilasciare un documento di viaggio provvisorio (ETD - Emergency Travel Document).

Conformemente alla normativa europea, tale ultimo documento (ETD) è valido per il solo rientro in Italia o verso lo Stato di residenza permanente del connazionale o ancora, eccezionalmente, verso un’altra destinazione.

Per ottenerlo bisogna presentarsi in Consolato, che provvederà al rilascio dopo aver esperito gli accertamenti del caso e previa acquisizione della seguente documentazione

1) denuncia di smarrimento o furto del passaporto o di altro documento di viaggio, resa al Consolato ai sensi degli articoli 46 e 47 e con le avvertenze di cui all'art. 76 del D.P.R. 445/2000;

2) 2 fotografie dell'interessato (uguali, frontali, a colori formato 35 x40 mm);

3) titolo di viaggio del richiedente;

4) ricevuta del pagamento del costo del documento (attualmente pari a € 1,34) e delle eventuali spese di spedizione qualora l'interessato non possa recarsi personalmente a ritirare il documento.

Va tenuto presente che nei giorni prefestivi e festivi tale forma di assistenza potrebbe essere preclusa a causa della chiusura degli Uffici stessi e differita - tranne che in situazioni di comprovata emergenza - al primo giorno lavorativo utile.

I Consolati onorari non sono abilitati al rilascio dell’ETD, ma si limitano alla trasmissione delle domande di rilascio all’ufficio consolare competente ed eventualmente alla consegna del documento al richiedente. Si segnala che le spese di spedizione della documentazione da parte dell'ufficio consolare di seconda categoria e d'invio dell'ETD personalizzato da parte dell'ufficio consolare di prima categoria sono a carico del richiedente.

Si raccomanda di rendere la denuncia di furto o smarrimento del passaporto anche alle locali Autorità di Polizia, al fine di facilitare il transito alla frontiera.

In generale è consigliabile conservare, in un luogo diverso da quello in cui si custodiscono i documenti originali, una fotocopia dei documenti più importanti (passaporto, carta d'identità, carta di credito) per facilitare le procedure di assistenza in caso di furto o smarrimento.

Si segnala che i  passaporti oggetto di furto o smarrimento all’estero e successivamente rinvenuti da parte delle locali Autorità, vengono restituiti all’Ufficio consolare nella cui circoscrizione è avvenuto il furto o lo smarrimento.

Pertanto, coloro che abbiano recentemente subito all’estero un furto/smarrimento del proprio passaporto e vogliano verificare sia stato rinvenuto, possono contattare, per ulteriori informazioni in merito, l’Ufficio consolare territorialmente competente per il luogo dove si è verificato il furto/smarrimento.

L’eventuale ritiro del passaporto potrà avvenire secondo le seguenti modalità:

-  ritiro diretto presso l’Ufficio consolare;

-  invio per posta, con spese di spedizione a carico del richiedente.

Si ricorda che trascorso il periodo massimo di un anno di giacenza presso l’Ufficio consolare, a decorrere dalla data in cui le Autorità locali restituiscono i passaporti rubati o smarriti, senza che i documenti siano stati reclamati dai legittimi proprietari, si procederà alla loro distruzione senza ulteriori comunicazioni."